Da sempre, i luoghi, si definiscono sicuri quando non ci sono pericoli materiali, fisici, ostacoli da evitare, spigoli da cui allontanarsi. Vale per adulti ma, certamente e a maggior ragione, anche per i più piccoli.

Sta di fatto che oggi sappiamo che

Il pericolo è nell’aria! E serve prendere delle misure contro il Covid-19

Per difendersi da virus e batteri, nel luoghi chiusi non bastano solo mascherine, visiere o oggetti simili.

I batteri, i virus, gli odori ed i microbi che contaminano l’aria non si fermano. L’OMS riconosce questi fattori come pericolosi e riconosce anche che la trasmissione aerea di virus è da combattere.

Ne parlano i giornali e si mettono in discussione forme di difesa dal Covid-19. L’esempio potrebbe essere là dove distanze e soluzioni meccaniche si rivelano insufficienti, poco sicuri: si parla dei banchi di scuola. Per approfondire basti controllare l’articolo di ItaliaOggi in cui si intervistano docenti che esprimono pareri autorevoli nei confronti delle forme di precauzione non sufficienti e si dice “altro che banche con le rotelle” ad indicare, appunto, la scarsa efficacia di allontanare i batteri con misure aleatorie.

Il livello di rischio è alto e per fare una vera lotta servono strumenti all’altezza, strumenti efficaci come effettive misure contro il Covid-19. La guerra va combattuta a monte e la tecnologia, ancora una volta, viene in aiuto. Il pericolo è nell’aria e bisogna, appunto, sfruttare strumenti che possano eliminare il problema nell’aria, non altrove.

Quando si parla di soluzione concrete, a cosa ci si riferisce?

Cosa significa prendere le misure contro il Covid19?

Non possiamo aspettarci di vincere una guerra se ci presentiamo con pistole ad acqua come non possiamo pretendere di non ammalarci se ci dovessimo trascurare senza assumere le dovute difese anche pensando ad un banale raffreddore. Ad ogni problema una soluzione.

Le scoperte dell’era moderna ci spingono a pensare che per agire sui fattori nocivi ed organici che troviamo nell’aria, servono soluzioni che possano concretamente annientare il problema. La soluzione è nelle radiazioni UVC, da anni presenti in vari dispositivi. Da sempre riconosciute come soluzioni valide per la sterilizzazione e da oggi considerate una vera e propria soluzione da tenere in considerazione anche per la grande praticità nell’utilizzo.

Spesso si pensano a soluzioni costose, investimenti importanti anche quando la realtà dei fatti viene nascosta dalla confusione e dalla giungla dei mass media. La Natura ci suggerisce soluzioni che prendono spazio fino a pensare alle misure contro il Covid-19, tramite la luce. I raggi UVC non sono dannosi per la salute dell’uomo se opportunamente trattati. La tecnologia ci aiuta a scoprirne i benefici convogliando la sua azione verso gli elementi nocivi.

Laboratori, scienziati, test e molto altro sono stati già consumati da tempo.

AirLibra è anche il risultato della ricerca delle misere contro il Covid19.

Strumenti costruiti con il criterio di salvaguardare la salute dell’uomo, trasformati in normali elettrodomestici da poter essere diffusi e usati in modo assolutamente semplice.